15 novembre 2015: scatta l’obbligo per gli pneumatici invernali

Ci siamo, tra pochi giorni scatterà l’obbligo di montare le gomme invernali in vista dell’arrivo della stagione fredda; come sappiamo le norme che regolamentano le sostituzioni degli pneumatici sono sempre più restrittive e coloro che le trasgrediscono rischiano sanzioni davvero salate. A meno che non abbiate equipaggiato la vostra vettura con gomme quattro stagioni, fate attenzione al calendario!

Snow on the A686 near Harside on the Cumbria border, as unseasonably cold weather returned to parts of the UK. PRESS ASSOCIATION Photo. Picture date: Tuesday April 28, 2015. See PA story WEATHER Snow. Photo credit should read: Owen Humphreys/PA Wire

La data è ufficiale e a partire dal 15 novembre prossimo partiranno anche i controlli delle Forze dell’Ordine per la verifica dell’equipaggiamento invernale dei veicoli su strada.

Equipaggiare la propria vettura con dotazioni invernali significa montare gomme invernali o, scelta ormai poco popolare, circolare con catene da neve a bordo. Ad oggi la maggior parte degli automobilisti, ad esclusione di coloro che abitano in zona montuose e che possono preferire l’alternativa delle catene, scelgono la strada degli pneumatici invernali o delle gomme Allseason.

Anche se l’obbligo scatta a partire dal 15 novembre, il Codice della Strada consente la sostituzione delle gomme fin da ora, in primis perché le temperature già lo permettono, in secondo luogo perché se tutti gli automobilisti si recassero dal gommista il giorno precedente al termine ultimo la situazione che si verrebbe a creare non sarebbe per nulla ottimale, senza contare il fatto che con ogni probabilità molti dovrebbero attendere alcuni giorni, circolando così con gomme non idonee e rischiando una pesante sanzione in caso di controllo stradale.

Si stima che circa 1/4 delle auto che circolano su territorio italiano abbiano il doppio treno di gomme, di conseguenza tutte dovranno effettuare la sostituzione entro e non oltre il 15 novembre; per questo motivo il Ministero dei Trasporti concede un mese di tolleranza per poter montare gli pneumatici invernali con la dovuta calma e avendo a disposizione il tempo necessario.

La tolleranza concessa, della durata di un mese, è valida sia per il periodo di sostituzione invernale (un mese prima del 15 novembre) che per il passaggio dalle gomme invernali a quelle estive.

Ricordiamo per completezza in informazione che non è vietato circolare in estate con le gomme invernali, se e solo se queste hanno il codice di velocità uguale o maggiore a quello indicato nella carta di circolazione del veicolo.

Ad ogni modo, come abbiamo già ampiamente chiarito in altri post, ogni stagione necessita di pneumatici che possiedano le giuste caratteristiche per poter garantire sicurezza e performance in relazione alle specifiche condizioni climatiche e del manto stradale che dovrà affrontare.

Come afferma Assogomma, L’Associazione dei produttori di pneumatici, un’auto che circola con gomme invernali in estate avrà uno spazio di frenata del 25% superiore a quella dotata di pneumatici estivi; lo stesso discorso è valido nel caso di un veicolo equipaggiato con gomme estive quando le temperature scendono sotto ai 7 °C, in tali condizioni un auto che monta pneumatici invernali sarà in grado di ridurre lo spazio di frenata del 15%.

Quali sono le gomme invernali a norma?

Per evitare qualsiasi dubbio agli automobilisti meno esperti o a coloro che montano per la prima volta gomme invernali, apriamo una piccola perentesi sulle diciture che devono essere impresse sugli pneumatici per essere in regola con le ordinanze.

Le gomme invernali regolamentari devono riportare sulla spalla da sigla M+S, ovvero Mud and Snow (fango e neve). Tra questi i migliori, o meglio i più performanti in caso di inverni rigidi, sono quelli che a fianco alla dicitura M+S hanno il simbolo di una montagna e un fiocco di neve; questi simboli indicano che la gomma garantisce elevate prestazioni anche in condizioni climatiche estreme.

Durante l’acquisto di pneumatici invernali è sempre consigliato verificarne l’omologazione controllando sul libretto del veicolo le misure consentite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *