Arrivederci pneumatici invernali: ecco quando procedere alla sostituzione

Da molti anni ormai la regolamentazione riguardante l’utilizzo degli pneumatici invernali, in assenza di catene a bordo, ha impegnato tutti gli automobilisti italiani a prestare particolare attenzione alle date. Scopriamo come e quando sostituire le gomme invernali con quelle estive e se è possibile evitare questo passaggio.

092833060--0395106a-90ed-4e40-bcd3-ff94fdee3a80

L’utilizzo degli pneumatici invernali e la loro regolamentazione hanno ovviamente ragion d’essere; la sicurezza prima di tutto impone attenzioni particolari durante la stagione delle gelate e questo implica lo sviluppo di una coscienza atta ad un’adeguata manutenzione delle gomme sui veicoli in strada.

Come ormai ben sappiamo gli pneumatici rivestono un ruolo chiave in merito alle prestazioni, al comfort di guida e, soprattutto, alla sicurezza su strada, vero traguardo per tutti noi. Tra i vari accorgimenti in merito alle gomme, l’uso di pneumatici dedicati per la stagione invernale è sempre più soggetto a norme restrittive e stabilite con decorrenze precise e imprescindibili.

Per evitare pesanti sanzioni tutti gli automobilisti italiani devono tenere sott’occhio il calendario; il termine fissato per la sostituzione delle gomme è slittato, dopo proroga di un mese, al 16 maggio 2015.

Il 15 aprile scorso è decaduto l’obbligo, ove previsto, del montaggio di pneumatici invernali in alternativa alle ormai obsolete catene da neve a bordo. La novità però è un’altra: dal 16 maggio di quest’anno infatti, dopo la proroga di cui appena detto, è entrata in vigore una nuova normativa in merito alla sostituzione delle gomme invernali che prevede pesanti sanzioni in caso di inadempienze.

Vista questa normativa ormai vigente, occorre rispondere chiaramente alla domanda più logica che tutti noi ci dovremmo porre nel caso avessimo dotato la nostra vettura di pneumatici invernali, ovvero: è possibile utilizzarli anche durante la stagione estiva? O meglio: in quali casi sarà possibile farlo?

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha precisato, con la circolare del 17 gennaio 2014, che è possibile farlo solo nel caso in cui i pneumatici invernali abbiano il codice di velocità uguale o superiore a quello indicato sulla carta di circolazione del veicolo.

Tale circolare, avente come oggetto “Impiego dei pneumatici invernali”, specifica che: “L’uso degli pneumatici invernali consentiti e cioè quelli con i parametri riportati sulla carta di circolazione ivi compreso l’indice di velocità non ha restrizioni di carattere temporale e che pertanto essi possono essere usati durante tutti i mesi dell’anno solare”.

Di conseguenza l’utilizzo degli pneumatici invernali con indice di velocità inferiore è ammesso esclusivamente per il periodo durante il quale vige l’obbligo di montarli (dal 15 novembre al 15 aprile).

Proprio per aiutare gli automobilisti nella gestione di questa nuova normativa, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha concesso la deroga di un mese, scattata dal 15 aprile scorso, per la sostituzione degli pneumatici invernali con quelli estivi.

A partire 16 maggio 2015 l’utilizzo degli pneumatici invernali con un indice di velocità inferiore a quello indicato sulla carta di circolazione comporta, quindi, l’applicazione della sanzione amministrativa prevista dall’art. 78 C.d.S.

Per ulteriore chiarezza, tale sanzione è fissata in Euro 422,00, unitamente al ritiro della carta di circolazione del veicolo per l’aggiornamento all’UMC.

L’Asap precisa che soltanto in Italia persistono regole tanto rigide in materia; negli altri Paesi, infatti, il codice Q, esistente nella stragrande maggioranza degli pneumatici invernali, consente di viaggiare alla velocità di 160 Kn/h, indipendentemente dai codici di velocità indicati sulla carta di circolazione.

Norme oltremodo rigide, forse troppo limitanti per tutti gli automobilisti alle prese con il portafoglio, ma che sussistono e alle quali occorre prestare sempre la giusta attenzione, e non solo per la sicurezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *