Come scegliere gli pneumatici invernali

La stagione fredda è alle porte e per tutti gli automobilisti si avvicina il momento di sostituire gli pneumatici estivi con quelli invernali. A meno che non abbiate optato per le gomme All Season, se vi trovate nella situazione di dover acquistare un nuovo treno di pneumatici invernali sappiate che non sono tutti uguali e che prima di procedere nell’investimento è bene considerare alcuni fattori.

7956-anteprima-test-pneumatici-invernali-2013

Per ovvi motivi di sicurezza la Legge impone l’utilizzo di pneumatici adatti alle diverse stagioni; il clima e le conseguenti condizioni del manto stradale impongono a tutti gli automobilisti di montare gomme estive durante la stagione più calda e pneumatici invernali nei mesi freddi dell’anno.

Le regole vigenti in merito ai termini di sostituzione delle gomme sono piuttosto rigide, imponendo date precise entro le quali fare la sostituzione e pesanti sanzioni in caso di violazione delle norme.

Scegliere le gomme più adatte per la stagione invernale non è così semplice come può sembrare; le case produttrici di pneumatici termici realizzano i propri prodotti in maniera differente, tenendo conto di stagioni invernali più o meno miti, maggiormente piovose piuttosto che nevose.

Di conseguenza gli pneumatici invernali non sono tutti uguali; si tratta di fare una scelta tra diversi prodotti con strutture e caratteristiche differenti.

Durante la guida il contatto delle gomme con il manto stradale gioca un ruolo decisivo ai fini delle sicurezza su strada; quando le temperature di abbassano sotto i 10°C, più precisamente quando arrivano a 7°C, è indispensabile che il contatto sia sicuro.

Circolando con pneumatici estivi a queste temperature, ad esempio, non si possono garantire performance sicure; inoltre gli inverni, caratterizzati da piogge, nevicate e ghiacciate, richiedono indubbiamente uno pneumatico che sia in grado di mantenere i livelli di prestazioni e sicurezza.

Le gomme termiche, o pneumatici invernali, hanno mescole studiate appositamente per garantire una percorrenza sicura anche in condizioni di asfalto bagnato, innevato e ghiacciato; si tratta di mescole più morbide, solitamente realizzate con gomma naturale, un materiale in grado di non cristallizzarsi. Solo gomme con queste caratteristiche possono garantire un ottima aderenza anche in condizioni di suolo invernale.

Non è però soltanto la mescola a permettere alle gomme invernali di offrire sicurezza su strada durante la stagione fredda; anche il battistrada riveste un ruolo molto importante a livello di performance, essendo caratterizzato da un disegno specifico creato da una serie di lamelle, fessure ed incavi.

Le gomme invernali che si trovano sul mercato non hanno tutte un battistrada uguale; il disegno è sempre differente, a seconda della marca e del modello, poiché studiato appositamente per il tipo di inverno che lo pneumatico dovrà affrontare; inoltre a cambiare da una gomma all’altra non è soltanto il disegno ma anche la struttura interna dello pneumatico.

I vari elementi di cui sono costituite le gomme invernali hanno funzioni specifiche e specifiche caratteristiche.

Le lamelle

Le lamelle presenti sulle gomme termiche imprigionano la neve con lo scopo di creare un contatto neve-neve, in maniera tale da migliorare l’aderenza; la loro inclinazione e il posizionamento aumenta il drenaggio dell’acqua col fine di impedire il pericolosissimo fenomeno di acqua-planing.

Il disegno del battistrada

In funzione della tipologia di auto e del tipo di inverno che il veicolo dovrà affrontare, il disegno del battistrada sarà differente; esistono gomme con battistrada simmetrici e asimmetrici, nonché direzionali. Per i veicoli di piccole dimensioni e poco potenti, ad esempio, si preferiscono disegni simmetrici o direzionali, al contrario per auto maggiormente potenti e performanti risulta più indicato il disegno asimmetrico.

Come riconoscere gli pneumatici invernali

La prima caratteristica che contraddistingue le gomme invernali è la sigla che riportano, ovvero M+S (Mud+Snow) che si trova sulla spalla della gomma; inoltre se lo pneumatico è adatto alla percorrenza di fondi innevati viene riportato, sempre nella stessa posizione, il simbolo del fiocco di neve affiancato a quello di una montagna.

Sempre sotto forma di simboli e altri codici, sulla spalla della gomma vengono descritte anche le altre caratteristiche degli pneumatici; ad ogni modo per essere certi di scegliere la gomma adatta al proprio veicolo è necessario attenersi alle istruzioni riportate sul libretto di circolazione.

I parametri più importanti sono:

  • Larghezza del battistrada
  • Diametro del cerchio
  • Altezza della spalla
  • Codice di velocità
  • Indice di carico.

I codici di velocità, per quanto riguarda gli pneumatici invernali, sono rappresentati da lettere che vanno da Q a ZR; è possibile utilizzare un codice di velocità inferiore a quello riportato sul libretto purché non inferiore al codice Q.

In merito all’indice di carico, che definisce il peso massimo che la ruota può sopportare, ci si può discostare dal valore riportato, a patto che si scelga una gomma con un indice di carico maggiore e non minore a quello che si trova nel libretto di circolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *