Estate, vacanze, mare e … ciabatte! Ma si può guidare con le ciabatte?

Molti di noi hanno l’abitudine si mettersi alla guida con le ciabatte, specialmente quando ci si trova in vacanza al mare; che si tratti di infradito o di altri generi di calzature è necessario fare chiarezza sull’effettiva possibilità di guidare un auto con le ciabatte ai piedi. Scopriamo come e perché sembra opportuno evitare di farlo.

ciabatte_guida

Quando ci si trova in villeggiatura, magari al mare nel più completo relax, a molti di noi capita di salire in auto e mettersi alla guida senza cambiare la scarpe ma decidendo di utilizzare le ciabatte; per fare più in fretta, per praticità, piuttosto che per pura e semplice abitudine.

Una delle domande più frequenti che si pongono gli automobilisti in vacanza, piuttosto che coloro che partono per un fine settimana o una gita al mare o al lago, è se si possa o meno guidare con le ciabatte, piuttosto che con zoccoli o infradito, e, soprattutto, quali siano le conseguenze se una pattuglia della stradale dovesse fermarci e trovarci alla guida con queste calzature ai piedi.

Appare evidente, per ovvi motivi, che non si tratti della tipologia di scarpe più adatte alla guida; le ciabatte non offrono al piede una posizione ferma e stabile, possono scivolare, sono sottili e in molti casi risulta anche scomodo, se non doloroso, schiacciare i pedali dell’auto.

Nonostante tutte queste considerazioni il Codice della Strada non impone alcun divieto in merito all’indossare calzature aperte durante la guida, affidando interamente al conducente la discrezionalità circa la tipologia di scarpe da utilizzare.

A questo proposito la Legge è cambiata a partire dal 1992; la motivazione include anche la considerazione dell’avvenuto sviluppo tecnologico che ha riguardato il settore auto introducendo, tra gli altri componenti, pedali che richiedono solo una leggera pressione per essere pigiati e che, di conseguenza, sembrano non necessitare di una calzatura rigida e robusta che fermi il piede.

Il problema da porsi, quindi, non riguarda un’eventuale contravvenzione del Codice della Strada, che possa portare ad una sanzione.

Può capitare al massimo che un agente delle Forze dell’Ordine decida di contrastare come comportamento irregolare il fatto di indossare scarpe aperte in base all’art. 140, comma 1, del Codice della Strada: “Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione e in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale” o all’art. 169, comma 1, che stabilisce che “In tutti i veicoli il conducente deve avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per la guida.”.

Sembra perciò effettivamente possibile indossare un paio di ciabatte e mettersi alla guida senza correre alcun rischio; la questione, però, non è così conclusa. Infatti, anche se dal punto di vista legale non si corrono rischi reali, indossando scarpe aperte è comunque possibile andare incontro ad una serie di problemi, tutt’altro che superficiali.

Il vero problema, ed equivalente rischio, è rappresentato dalle compagnie assicurative che, in caso di incidente di qualsiasi specie, si possono rivalere sul fatto che il conducente, nel momento del sinistro in questione, indossasse proprio un paio di ciabatte o di calzature simili per conformazione.

In caso di incidente, quindi, le Forze dell’Ordine possono decidere, a loro discrezione, di scrivere sul verbale, come nota, che il conducente indossava una tipologia di scarpe non adatte alla guida; in tal caso l’assicurazione, che peraltro cerca sempre una motivazione che la metta al riparo, può avvalersi dello scritto per citare la sentenza 6401 delle Cassazione.

Tale sentenza stabilisce che “Lo slittamento del piede dal pedale del freno non costituisce caso fortuito, ma imperizia del conducente e quindi trattasi di condotta sicuramente colposa.”

Lo spesso discorso è valido nel caso di guida a piedi scalzi; anche qui la Legge non lo vieta, o almeno non esplicitamente, ma nell’eventualità di un incidente le assicurazioni posso tentare di rivalersi sulla base di ciò che verrà scritto sul verbale.

Il consiglio è quindi quello di evitare di mettersi alla guida indossando calzature quali ciabatte, zoccoli o infradito, e tantomeno a piedi scalzi, per essere certi di non trovarsi in situazioni di colpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *