Partenza intelligente? Si, seguendo 10 preziosi consigli!

Il mese di agosto è alle porte e milioni di persone, proprio in questi giorni, stanno organizzando la partenza per le ferie; tra questi moltissimi raggiungeranno la destinazione in auto e, come accade ogni estate, dovranno fare i conti con il traffico. La partenza intelligente, però, non si limita alla scelta dell’orario e del giorno giusto per partire; è necessario prendere i considerazione diversi fattori, soprattutto per quanto riguarda la manutenzione del veicolo, prima di lasciare la città per la meta estiva.

120653530-508199ad-50f0-4ea8-a25e-7d3e033c8a48

Molti italiani stanno per affollare le autostrade per le direzioni più disparate, pronti a raggiungere la meta delle tanto attese vacanze estive. Anche se il primo pensiero quando si pensa all’auto nel mese di agosto è quello del traffico, la partenza intelligente non si limita alla scelta del momento migliore per mettersi in strada, anche perché in effetti saranno pochi, in questo periodo, i cosiddetti “bollini verdi”.

Quando si pianifica una vacanza si fa di tutto perché il viaggio sia divertente e rilassante; in quest’ottica avere problemi con l’auto proprio durante i giorni di ferie sarebbe tutt’altro che rilassante!

Per evitare di andare incontro a brutte sorprese, prima di mettersi in strada per le ferie è opportuno verificare lo stato generale del proprio veicolo; scopriamo nel dettaglio cosa considerare e quali precauzioni prendere.

  1. Controllare gli pneumatici

Uno degli elementi più importanti ai fini della sicurezza di tutti i veicoli su strada è rappresentato proprio dagli pneumatici; gomme vecchie e usurate possono compromettere moltissimo la tenuta di strada e andrebbero sostituite quanto prima, specialmente in previsione di lunghi spostamenti.

Anche la pressione degli pneumatici deve essere controllata prima della partenza perché anch’essa ci permette di avere garanzia di una buona tenuta di strada, in particolar modo in caso di auto a pieno carico.

  1. Il controllo dei freni

Molto spesso non si pensa alle pastiglie dei freni se non dopo essersi accorti della presenza di uno strano rumore durante la frenata; ma se stiamo organizzando una partenza e abbiamo davanti centinaia di chilometri di strada da percorrere è bene accertarsi dell’usura delle pastiglie prima di partire.

Si tratta di un’operazione molto veloce e altrettanto importante poiché questi elementi garantiscono la massima efficienza in franata; inoltre essere a conoscenza del livello di usura eviterà di correre il rischio di intaccare i dischi, la cui sostituzione ha un costo molto più elevato rispetto a quella delle sole pastiglie.

  1. Monitorare il liquido di raffreddamento

Un’altra operazione semplice e veloce, che è opportuno fare prima di partire per le vacanze, è quella di monitorare il livello del liquido refrigerante della propria auto. Tale livello deve rimanere entro i limiti indicati sulla vaschetta; se necessario aggiungere liquido, altrimenti è comunque consigliato portarne con sé una piccola quantità in caso di necessità.

  1. Tergicristalli e liquido lavavetri

L’austista attento e scrupoloso sa bene quale importanza possa avere in autostrada una buona visibilità; i tergicristalli devono necessariamente essere in ottime condizioni per poter svolgere la loro funzione al meglio.

Pensiamo, ad esempio, ad una pioggia improvvisa in autostrada; solo con spazzole adatte sarà possibile non pregiudicare la visibilità. È buona norma, inoltre, controllare anche il livello del liquido lavavetri.

  1. Lo stato delle luci

Accertarsi dello stato dei fari dell’auto è un’operazione molto semplice e che possiamo fare senza ricorrere all’aiuto del meccanico o del benzinaio. È importante che le luci siano tutte funzionanti per evitare di compromettere la sicurezza nostra e degli altri utenti della strada.

  1. Prestare attenzione ad eventuali rumori o vibrazione del veicolo

Prima di partire è opportuno fare attenzione alla presenza di eventuali vibrazioni o rumori che arrivano dallo sterzo; un’anomalia di questo genere, oltre a rendere la guida meno piacevole, può nascondere problemi più gravi.

  1. Scegliere le scarpe più adatte alla guida

Anche se non esiste obbligo di Legge in merito alle calzature da indossare alla guida, in caso di sinistro il fatto di portare scarpe aperte, quali zoccoli o ciabatte, farà sì che l’assicurazione si rivalga di questa “condizione di guida” per non prestare il proprio servizio.

Lo stesso discorso è valido in caso di guida a piedi scalzi; è opportuno indossare, quindi, calzature che evitino al piede di scivolare.

In base all’art. 140, comma 1, del Codice della Strada: “Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione e in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale”; inoltre l’art. 169, comma 1, stabilisce che “In tutti i veicoli il conducente deve avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per la guida.”.

  1. Copertura base per il soccorso stradale

Molte compagnie assicurative includono nelle tariffe una copertura base relativa al soccorso stradale; per partire il totale serenità è consigliabile verificare la presenza di tale copertura e le relative clausole.

  1. Stazioni di rifornimento

Nel caso il vostro veicolo sia a gpl o metano può essere una buona idea verificare la presenza di stazioni di servizio sia lungo il tragitto che nella zona di villeggiatura, per evitare di dover percorrere altri chilometri per rifornire la macchina o, peggio ancora, rimanere per strada.

  1. Dispositivi di sicurezza

In ultimo, è opportuno assicurarsi che sul proprio veicolo vi siano il giubbotto riflettente e il triangolo di segnalazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *