Pneumatici estivi 2014 a confronto

La sicurezza su strada passa attraverso una buona manutenzione del veicolo e, non meno importante, una corretta e costante supervisione dello stato degli pneumatici e la loro sostituzione in base ai parametri di usura e alle differenti condizioni di guida nelle varie stagioni dell’anno. Anche quest’anno il Touring Club svizzero mette in atto i test comparativi per le gomme estive.

Pneumatici estivi 2014 a confronto

Pneumatici estivi 2014 messi a confronto dal Touring Club Svizzero

Alla fine della stagione invernale arriva il momento di sostituire gli pneumatici termici con quelli estivi, questo perché la mescola degli pneumatici invernali è studiata per garantire le giuste performance soltanto con rigide temperature e su suolo ghiacciato o innervato, stesso discorso per il battistrada; al di sopra dei 7° le gomme invernali perdono di aderenza, e la sicurezza alla guida risulta compromessa, inoltre il loro utilizzo in estate aumenta notevolmente il livello di usura degli stessi e il consumo di carburante

Nella scelta degli pneumatici estivi non va considerata solo l’alta temperatura del manto stradale, ma anche il loro comportamento sul bagnato, poiché la pioggia non è una situazione unicamente invernale ma ricorrente durante tutto l’arco dell’anno. Per questo sono stati selezionati e comparati, attraverso test di comportamento stradale sia su fondo asciutto che bagnato, 16 pneumatici nella misura 175/65 R14 e 17 pneumatici calettati 195/65 R15; per un totale di 33 modelli messi alla prova dal Touring Club svizzero.

I risultati hanno mostrato un buon livello, quindi “pneumatico consigliato”, per la maggior parte dei modelli, alcuni risultano “molto consigliati”; solamente 4, di marchi meno presenti sul mercato, sono risultati “non consigliati”, poiché non presentano i livelli di sicurezza e prestazioni adeguati, valutati nei test. Le prove più severe hanno riguardato gli indici di rumorosità e di consumo del carburante, ovvero “l’etichetta energetica degli pneumatici” dichiarata dai Costruttori (allegando i punti cardine relativi a usura, durata e velocità).

I test comparativi del TCS, con svolgimento semestrale, fornisco ottime ed utilissime informazioni per gli utenti che in caso di valutazione ai fini dell’acquisto, potranno comparare il loro risultato con i dati riportati dall’etichetta energetica apposta sugli pneumatici.

Vediamo quindi i risultati dei test:

Pneumatici 175/65 R14

Messi a confronto con la comparativa 2013 degli pneumatici estivi, molti modelli hanno confermato le prestazioni di buon livello, sia su manto stradale bagnato che su fondo asciutto; la prova determinante per gli pneumatici che non hanno superato il test è stata quella di frenata, che non ha visto nessuno dei modelli portarsi a casa le 5 stelle.  Gli neumatiche che hanno meritato la posizione più alta nella classifica di valutazione sono stati: Continental ContiEcoContact 5 (B/B), Pirelli Cinturato P1 Verde (C/B), Hankook Kinergy Eco K425 (C/C), Bridgestone Ecopia EP 150 (C/C), Nokian Line (C/B) e Falken Sincera SN832 Ecorun (C/A); che sono risultati “molto consigliati”, (tra perentesi il rating dei produttori su consumo di carburante/frenata su fondo bagnato).

Test di usura e rumorosità

La Michelin che lo scorso anno aveva raggiunto la vetta della classifica con il modello Energy Saver+, quest’anno perde qualche punto, infilandosi a metà tra i migliori e i peggiori pneumatici. I promossi con voto di “pneumatico consigliato” sono: Firestone Multihawk (E/B), Michelin Energy Saver + (C/B), Barum Brillantis 2 (E/C), Vredestein T-Trac 2 (E/A), Goodyear EfficientGrip Compact (C/B) e Semperit Comfort Life 2 (E/C); nei quali sono state riscontrate alcune imperfezioni nella valutazione di usura e rumorosità.

È stato “consigliato con riserva” il modello Avon ZT5(C/C), che non ha convinto del tutto il TCS né sul suolo asciutto né su quello bagnato.

I peggiori, “non consigliati”, sono stati i modelli: Kormoran Impulser b2, Debica Passio 2 (F/C) e Kleber Dynaxer HP 3 (C/C), giudicati molto carenti su fondo bagnato.

Pneumatici 195/65R15

I test sui modelli 195/65R15, hanno promosso un maggior numero di modelli, bocciandone soltanto uno.

  •  Molto consigliati – i modelli: Dunlop Sport BluResponse (B/A), Hankook Kinergy Eco K425 (B/B), Goodyear EfficientGrip Performance (B/A), Nokian Line (C/B), Fulda EcoControl HP (C/B), Vredestein Sportrac 5 (C/B) e Pirelli Cinturato P1 Verde (C/B).
  • Raccomandati – (causa alcune incertezze su fondo bagnato) i modelli: Michelin Energy Saver+ (C/A), Yokohama BluEarth AE01 (C/B), Kumho EcowinG ES01 KH27 (B/B), Semperit Speed-Life (C/C), Bridgestone Turanza T001(C/A) e Continental ContiPremiumContact 5 (C/A).
  • Raccomandato con riserva: Apollo Alnac 4G, che non ha superato il test di velocità.
  • Non consigliato”: il modello Federal Formoza FD2, per performance insufficienti sul bagnato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *